re design calabria
osservatorio



LAVORI FERMI AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SIBARI…


 

Nessuna novità sul fronte degli scavi archeologici di Sibari, o almeno non quelle che avremmo voluto leggere. Infatti su Il Quotidiano della Calabria dell’otto maggio si riporta uno stralcio della conversazione con Silvana Luppino, responsabile del Parco Archeologico di Sibari, la quale afferma che, ad oggi, risulta impossibile visitare interamente il sito poiché non tutto è stato ancora ripulito dal fango e messo in sicurezza.

Non solo, pare che i lavori siano stati interrotti il quattro aprile scorso e non si è a conoscenza di quando potranno essere riavviati. Grande è stato l’impegno di tutta la comunità intellettuale della Regione e non, che sottoscrisse qualche mese fa - all’indomani dell’esondazione del Crati - la petizione, lanciata proprio dal quotidiano calabrese, e che portò il problema all’attenzione delle istituzioni e della politica.

Allo stato attuale ciò che occorre è un intenso lavoro di restauro – ad esempio del Teatro, delle Terme e delle Case Romane - con l’impiego di un’elevata manodopera specializzata costituita da archeologi ed esperti che conoscano a fondo l’area presa in esame.

LAVORI FERMI AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SIBARI…