re design calabria
osservatorio



UN'INTERESSANTE SCOPERTA ARCHEOLOGICA IN CALABRIA


 

Il patrimonio archeologico della Calabria pare si sia arricchito nelle ultime settimane di un nuovo interessante elemento. Una statua d’avorio di piccole dimensioni, di figura umana, è stata infatti rinvenuta a Punta di Zambrone, nel vibonese, nell’ambito dello scavo archeologico in corso da due anni.

Maria Teresa Iannelli, direttrice del locale museo archeologico afferma che si è davanti a un reperto unico ed eccezionale, trattandosi della più antica rappresentazione di figura umana con caratteri naturalistici sino ad oggi ritrovata in Italia ed in tutto il Mediterraneo occidentale.

La statuetta è realizzata in avorio proveniente da Africa o Asia secondo i canoni della civiltà Minoica dell’età Neopalaziale, periodo compreso fra il XVI e il XV secolo a.C.

La località di Zambrone si pone dunque all’attenzione del patrimonio culturale per un progetto di ricerca archeologica portato avanti dall’Università Federico II di Napoli e dall’Università di Strasburgo.

UN'INTERESSANTE SCOPERTA ARCHEOLOGICA IN CALABRIA